News della settimana

Accade in parlamento

La settimana in parlamento - 22 dicembre 2023

Legge di bilancio
Oggi il Senato vota la nuova manovra economica che da domani approderà in commissione bilancio alla Camera. La Legge di bilancio, oltre a non avere visione e nessuna misura per la crescita, è fatta solo di tagli e di mancette da elargire. Per questo continueremo anche alla Camera a denunciare l’inadeguatezza della destra al governo e ripresenteremo le nostre proposte su sanità, per affrontare il caro vita e caro energia, per ripristinare il fondo per la disabilità, per il diritto alla casa e allo studio e a sostegno della transizione ecologica. Qui una riflessione sulla legge di bilancio e sulla contromanovra del Partito democratico.

Emendamenti alla manovra
Mentre la destra al Senato ha usato il “tesoretto parlamentare” per elargire mancette elettorali (si va dai campi da golf al rifacimento di spogliatoi in singoli comuni, tutti governati dal centro destra) il Pd, con tutte le opposizioni, ha deciso di destinare tutti i 40 milioni alla lotta contro la violenza sulle donne. Ora inizia la fase emendativa alla Camera, a mia firma ho presentato, tra gli altri, emendamenti per sostenere i Comuni e le Città metropolitane, per lo stanziamento di fondi per la disabilità, per il Trasporto pubblico locale, sul tema dei frontalieri per cancellare la nuova tassa imposta dal Governo Meloni sulla sanità, per i disturbi del comportamento alimentare e per la sanità pubblic, per il ripristino del fondo affitti e morositá incolpevole. Vi terró aggiornati nella settimana dopo Natale dove voteremo alla Camera.

Mes
Giovedì l'Aula della Camera ha votato NO alla ratifica del trattato del MES. La maggioranza ne è uscita lacerata, con una spaccatura al proprio interno e soprattutto con la sconfessione dell’operato del Ministro dell’Economia Giorgetti. Ma chi ne esce peggio è l’Italia, sacrificata alla propaganda della Lega e della destra, che con questa decisione si posiziona fuori dall’Europa, perdendo credibilità a livello internazionale e dimostrando di essere governata da dei dilettanti.

IN LOMBARDIA

Bilancio di previsione
Ieri è stato approvato il bilancio di previsione della Lombardia. Il Partito democratico ha subito denunciato i 200 milioni di tagli fatti sulla pelle dei cittadini della Lombardia. Dalla Sanità al trasporto pubblico locale, dalle risorse per la disabilità al diritto allo studio, le scelte di Fontana seguono la linea del governo Meloni: tagliare risorse su tutto partendo dai più deboli. I consiglieri del Partito democratico in Regione hanno depositato centinaia di emendamenti per migliorare la legge di bilancio e ottenuto, tra le altre cose, di preservare i fondi per il diritto allo studio il raddoppio dei fondi regionali destinati ai centri antiviolenza, oltre che fatto approvare un ordine del giorno perchè si realizzi nel più breve tempo possibile il Centro Unico di Prenotazione.

Nuova tassa per i frontalieri
Con il silenzio di Fontana e della destra lombarda, il Governo Meloni stabilisce che lavoratrici e lavoratori frontalieri dovranno versare una nuova tassa sulla sanità. Una decisione inaccettabile, calata dall’alto senza convocare il tavolo sul frontalierato e senza coinvolgere sindacati e Sindaci dei territori di confine. Ripresenteremo anche alla Camera emendamenti e ordini del giorno a tutela dei frontalieri lombardi.

Servizio di Psicologia delle cure primarie
È stata approvata in Commissione Sanità la legge che istituisce il servizio di psicologia delle cure primarie. Frutto di un lungo lavoro bipartisan, la proposta unitaria verrà votata a gennaio dal Consiglio regionale. Grazie al lavoro dei nostri Consiglieri diamo risposte a cittadine e cittadini con una norma che rende la figura dello psicologo delle cure primarie accessibile a tutte e tutti.

La settimana in parlamento - 15 dicembre 2023

Decreto Anticipi
Alla Camera questa settimana abbiamo esaminato il decreto Anticipi del Governo, l'ennesimo decreto omnibus dove dentro c'è tutto e il contrario di tutto e che anticipa una manovra iniqua che non si occupa dei temi dell'Italia. Come Pd abbiamo presentato delle proposte alla maggioranza, focalizzate sull’aiuto alle persone più in difficoltà. Interventi sul caro vita, per la maggior tutela delle utenze domestiche, sulla disabilità, sul finanziamento del Fondo sostegno affitti per le morosità incolpevoli, a per gli alloggi agli studenti fuori sede, ma la destra ha detto No a tutto. Qui il video del mio intervento. Qui un piccolo estratto e una nota sul decreto.

Manovra
Avevano annunciato con una conferenza stampa che la manovra sarebbe stata approvata entro il 15 dicembre. Invece la commissione bilancio del Senato ancora non ha iniziato a discutere gli emendamenti e dai relatori di maggioranza ne sono arrivati con prebende a scopo elettorale. Il tutto mentre non sottoscrivono il Mes e non hanno ancora chiuso l’accordo per il nuovo patto di stabilitá.

Superbonus 110
Dopo la mobilitazione del tessuto produttivo lombardo per inserire in manovra la proroga dei termini sul bonus 110% per garantire la sicurezza nei luoghi di lavoro e consentire la fine dei lavori di interventi già avviati, il Partito Democratico ha ripresentato in Senato emendamenti specifici alla manovra per andare incontro alle esigenze delle imprese e dei lavoratori, dopo che gli stessi ci sono stati più volte bocciati alla Camera. Anche su questo punto sono intervenuta, sottolineando la necessità di intervenire subito con la proroga dei termini e sul tema della sicurezza nei cantieri, come è stato chiesto dalle associazioni del mondo produttivo lombardo, dai sindacati e dal comune di Milano.

Intelligenza artificiale
Con l’approvazione dell'IA ACT, con relatore Brando Benifei. l’Unione Europea ha stabilito una normativa sull'uso dell'Intelligenza Artificiale, ponendo delle regole per evitare che la tecnologia possa prevalere sull'etica sociale e sui diritti umani fondamentali come la libertà individuale e la tutela della privacy. In Italia se ne discute ancora troppo poco sia sul piano delle conseguenze sul mondo del lavoro che su quello delle opportunità. Qui un mio commento.

IN LOMBARDIA

Pavia
E’ gravissimo quanto accaduto a Pavia con l’arresto dei vertici della società multiservizi e con 210 bambini lasciati senza la propria scuola mentre si attende l’esito dell’indagine della Procura che deve accertare se quell’edificio è in sicurezza o a rischio crollo. Capiamo perfettamente la rabbia dei genitori, di cittadine e cittadini. Riteniamo grave il fatto che il decreto del Ministero dell’Interno che stanzia i fondi per questi interventi preveda solo un controllo a campione sui lavori per la messa in sicurezza, quando al contrario servirebbero accertamenti e controlli accurati. Per questa ragione dopo l’indagine che ha coinvolto i vertici della società multiservizi pavese, ho presentato – in accordo con il Segretario provinciale e cittadino del Pd di Pavia - un’interrogazione al Ministro dell’Interno sottoscritta da tutti i parlamentari lombardi per chiedere quali iniziative intenda adottare per verificare il corretto utilizzo dei fondi stanziati.

Trenord
Dopo l’ennesima figuraccia del treno troppo alto per attraversare la galleria di Chiasso, continuiamo con ancora più forza la nostra battaglia per un servizio pubblico efficiente e all’altezza della nostra Regione, sottolineando ovunque l’assoluta inefficienza di chi gestisce il trasporto ferroviario lombardo. Con le federazioni del Partito Democratico di Lecco, Bergamo, Monza Brianza e Sondrio continueremo fino a domenica 17 dicembre la nostra campagna di mobilitazione per denunciare il continuo peggioramento del servizio e a breve lanceremo una campagna in tutta la Regione, come deciso ieri in segreteria regionale.

La settimana in parlamento - 8 dicembre 2022

Legge di bilancio
Ancora non sappiamo il calendario di una Legge di Bilancio che avrebbe dovuto arrivare in Aula al Senato già questa settimana. Insieme ai senatori abbiamo costruito e presentato tanti emendamenti, per sostenere i nostri comuni, per aiutare le famiglie e chi fa più fatica per il carovita e il caro energia, emendamenti sul lavoro, per le pensioni, sulla sanità, per le persone con disabilità dopo i tagli del governo, per tutelare le lavoratrici e per contrastare la violenza di genere. Qui una scheda sulla manovra.

Salario minimo
Dopo aver ostacolato in ogni modo il provvedimento sul salario minimo in Commissione, la destra ha deciso di affossare in modo definitivo la proposta del Pd mercoledì scorso, quando è stata approvata dall’Aula una delega in bianco al governo che stoppa la legge presentata dall'opposizione. La nostra battaglia per un salario dignitoso proseguirà ancora, in Parlamento e nel Paese, al fianco degli oltre 3 milioni di lavoratrici e lavoratori che guadagnano meno di 9€ all’ora.
Qui una sintesi della nostra proposta e di quello che è accaduto in questi mesi.
Qui l’intervento della segretaria Elly Schlein

Elezioni Europee
Una breve riflessione sulla manifestazione di Salvini e dei sovranisti a Firenze, con le solite ricette pericolose dell’estrema destra estremista e xenofoba che sono già state bocciate dalla storia. Per ricordarci in vista delle prossime elezioni europee di chi lavora contro l’Italia.
https://www.linkedin.com/feed/update/urn:li:activity:7137468292872421376/

LOMBARDIA

Sanità
Questa settimana abbiamo condiviso la protesta dei medici sulle pensioni ridotte, sollecitando il governo a rivedere una manovra che avrà un impatto devastante sulla sanità pubblica. In Lombardia la situazione della sanità è già ora allarmante e con le scelte del governo non può che peggiorare. La fondazione Gimbe ha già avvertito che i fondi per le liste di attesa stanziati non risolveranno il problema e non andranno a beneficio della sanità pubblica, mettendo così a rischio la fornitura in tempi dignitosi di servizi pubblici essenziali. E’ ora che la Giunta Fontana inizi a lavorare seriamente sul rapporto tra pubblico e privato e sull’attivazione del Cup unico. Serve un intervento urgente per garantire una sanità adeguata all'altezza delle necessità dei cittadini

Trasporto Pubblico locale
In Commissione Trasporti mercoledì ho preso parte alle audizioni di alcune agenzie per il trasporto pubblico locale, tra cui quella di Milano, Lodi, Monza e Pavia. Un settore in grave sofferenza. Per questo il gruppo del Partito Democratico ha presentato una proposta per destinare maggiori fondi al TPL e per rivederne il funzionamento.

La settimana in parlamento - 1 dicembre 2023

Minori non accompagnati
Questa settimana alla Camera abbiamo esaminato l’ennesimo provvedimento del governo in materia di immigrazione e protezione. Un provvedimento che criminalizza i minori non accompagnati. Sono intervenuta in aula per denunciare le scelte di questa destra che scarica tutta la gestione sui Comuni. Per questo motivo abbiamo accolto l’appello dei sindaci e presentato un Ordine del Giorno per chiedere al Governo di realizzare almeno un Centro di prima accoglienza in ogni Regione, che abbia al suo interno un presidio sanitario e uno psicologico e un impegno per un sistema di redistribuzione dei minori stranieri non accompagnati più efficiente, che coinvolga gli enti locali, i comuni, chi ogni giorno è in prima linea. Ma la maggioranza ha di nuovo lasciato soli i comuni. Qui il mio intervento.

Progetti Pnrr per i comuni
Mercoledì sono intervenuta in Aula durante il Question time al Ministro Fitto sui progetti tagliati a Comuni nel Pnrr, tra cui i 100.000 posti negli asili nido.
Il ministro non ha dato nessuna risposta sui progetti che il governo ha tagliato a oltre 7000 comuni, che riguardano opere già realizzate o già messe a gara sulla lotta al rischio idrogeologico, sulla rigenerazione urbana e sulla valorizzazione di beni confiscati alle mafie. Avevamo chiesto a Fitto di chiarire quali fossero i progetti tagliati, quale sarà la fonte di finanziamento alternativa e se rimarranno le procedure semplificate, perché altrimenti queste opere rischiano di non essere realizzate. Il governo non ha dato nessuna garanzia se non sui fondi dei nidi che intendono recuperare a partire dal decreto Caivano. Qui il mio intervento.

Salario minimo
Prosegue la battaglia del Pd in Parlamento per l’introduzione in Italia del salario minimo. Questa settimana il presidente della Commissione Lavoro della Camera Rizzetto di Fratelli d’Italia - con un atteggiamento vergognoso e rivolgendo minacce alle opposizioni - ha contingentato i tempi di esame del testo togliendo la parola a molti di noi. L’obiettivo della destra è trasformare una legge di iniziativa popolare come quella sul salario minimo in una delega in bianco al governo. Settimana prossima continueremo la battaglia in Aula.

IN LOMBARDIA

Sanità
La sanità lombarda continua ad essere in situazione di emergenza. Dall’Assessore Bertolaso arrivano solo promesse ma non si vede nessuna misura e nessuna soluzione per l'azzeramento delle liste d'attesa. Da anni chiediamo l’attivazione del centro unico di prenotazione e non sarà attivo prima di tre anni, del 2026. Nel frattempo le liste di attesa crescono sempre di più. Anche per questo mercoledì insieme al nostro capogruppo Majorino e i segretari dei circoli abbiamo discusso di come rilanciare la campagna sulla salute non si scherza.

Pavia
Quanto accaduto in questi giorni con gli arresti dei vertici di Asm è allarmante. Sulle gravi accuse dei magistrati rispetto ad irregolarità sugli appalti pubblici e alla percezione indebita di denaro, come è partito democratico siamo subito intervenuti per chiedere al sindaco di fare la massima chiarezza nell’interesse della Città di Pavia e dei suoi cittadini.

Votata la segreteria regionale
Con la direzione di lunedì abbiamo approvato la squadra della segreteria.

La settimana in parlamento - 24 novembre 2023

Manovra: le proposte Pd
Mercoledì il Partito democratico ha presentato nel corso della direzione nazionale la sua proposta di legge di bilancio alternativa a quella del governo. Salario minimo, congedi paritari, investimenti per transizione digitale ed ecologica, sanità pubblica e difesa dei servizi pubblici essenziali: sono cinque i pilastri sui quali poggiano i nostri emendamenti alla manovra della destra, nella quale si prevede bassa crescita e un inaccettabile taglio di risorse per la sanità, per il contrasto alla povertà e per la disabilità.
_Se vuoi ricevere una nota più approfondita scrivimi_

Governo contro i Comuni
Questa settimana sono intervenuta in Aula su un Ordine del Giorno a mia firma, relativo al decreto per la proroga dei termini, per sostenere i comuni contro l'accanimento del Governo nei loro confronti. La destra, oltre a tagliare risorse per 200 milioni ai Comuni e per 50 milioni alle Città metropolitane, li costringe ad approvare il bilancio di previsione entro il 31 dicembre senza sapere dove saranno apportati questi tagli, perché lo decideranno soltanto a gennaio. Qui il mio intervento in Aula

Salario minimo
Il governo non ha la forza politica di dire esplicitamente no al salario minimo (il 75% degli italiani è a favore) e presenta un emendamento soppressivo che propone una delega in bianco all’Esecutivo, scippando l’esame della legge al Parlamento. Questa settimana, insieme a tanti del Pd, ho fatto ostruzione in commissione lavoro per impedire tutto questo.

Violenza di genere
Abbiamo chiesto alla maggioranza di lavorare insieme con l’obiettivo di arrivare a una legge nazionale che prevenga la violenza e tuteli le donne vittima di violenza. Con due odg del Pd approvati in Senato abbiamo chiesto tempi rapidi per la calendarizzazione dei disegni di legge sulla prevenzione e sulla formazione.

Sviluppo sostenibile
L’ASviS ha presentato un Policy brief molto negativo sulla legge di bilancio 2024 che è all’esame del Parlamento, rilevando l'assenza di una visione sistemica capace di collegare le linee d'intervento pubblico con il PNRR e le altre risorse europee, politiche di coesione, Politica Agricola Comune e fondi della ricerca. In questo modo sarà impossibile per l’Italia costruire un futuro di sviluppo sostenibile. Ne parlo in questo post.

IN LOMBARDIA

Economia lombarda
I dati della Banca d’Italia certificano che anche l’economia lombarda è in frenata dicendo anche, come sottolineiamo da tempo, che è solo grazie ai fondi del Pnrr se ancora non ci troviamo in recessione. Fondi su cui regione è in ritardo. Come Pd vigileremo.

Diritto allo studio
Sui tagli dei fondi per il diritto allo studio la destra fa confusione e si scarica la responsabilità a vicenda. Sono loro al governo in Regione e nel Paese. Non basta dire di essere al fianco degli studenti, come ha fatto l’assessore Fermi: servono fondi e investimenti. Per questo come Pd abbiamo chiesto di inserire nella legge di bilancio regionale maggiori fondi per lo stanziamento di borse di studio. Dobbiamo dare risposte a alle giovani generazioni, agli studenti e a chi ha passato mesi nelle tende fuori dalle università per chiedere di rispettare il loro diritto allo studio.

Contatti

Partito Democratico Camera dei Deputati

Ufficio Roma

Piazza di Monte Citorio, 1
00186 Roma

Scrivimi

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.