News della settimana

Accade in parlamento

La settimana in parlamento - 17 novembre 2023

Dl bollette
Questa settimana la camera abbiamo esaminato il Dl Energia. Sul provvedimento ho presentato diversi emendamenti, tra cui quello per la riduzione dell’Iva sul teleriscaldamento per chi vive nelle case popolari e subisce una vera e propria ingiustizia fiscale non usufruendo dell’abbattimento dell’IVA (una nostra vittoria nella scorsa legge di bilancio). Solo a Milano sono 23.000 le persone in queste condizioni. Qui il mio intervento.

Sanità in manovra
L’analisi della Fondazione Gimbe sulle misure per la sanità nella manovra stronca l’operato del Governo. Le scelte della maggioranza favoriscono il sistema privato e lasciano la sanità pubblica in emergenza. Secondo lo studio anche l’intervento annunciato dalla Premier sul contrasto alle liste di attesa andrà a rafforzare il privato. In Lombardia questo si traduce in una stima della spesa pro-capite di 335 euro a persona, la seconda più elevata in Italia, senza avere peró servizi pubblici in tempi dignitosi.
Sempre in tema di sanità pubblica, qui una mia riflessione prendendo spunto dai dati di una recente ricerca Istat che mette in luce come la speranza di vita degli italiani sia legata direttamente al reddito.

A fianco delle lavoratrici e dei lavoratori
Questa mattina ero anche io sotto la regione, a fianco di chi ha scelto di scioperare (nonostante l’indegno tentativo di Salvini di limitarne il diritto) per più diritti e una manovra di bilancio più giusta. Martedì scade la presentazione degli emendamenti in Senato e come Pd tutto lavoreremo per migliorare questa legge di bilancio.

In Lombardia

La destra vuole ignorare la mozione di sfiducia votata in consiglio regionale (a scrutinio segreto, con una destra che si è spaccata) che impone al presidente Attilio Fontana di sollevare Lucia Lo Palo dall’incarico di presidente di Arpa Lombardia. Sarebbe un gravissimo atto di delegittimazione del Consiglio e un danno per cittadine e cittadini lombardi che non meritano una negaziosita del cambiamento climatico a guida di Arpa.

La settimana in parlamento - 10 novembre 2023

Legge di Bilancio
Sono in corso le audizioni in vista della manovra di bilancio. Dopo le critiche delle opposizioni, dei sindacati, e delle associazioni del terzo settre, del settore sanitario, del mondo dei costruttori e delle imprese, sono arrivate anche anche quelle dell’FMI: il nostro Paese avrebbe bisogno di interventi strutturali e di riforme per crescere (l’anno prossimo la crescita attesa è dello 0,7% contro una media europea dell’1,5%), tutto il contrario delle misure spot contenute nella Legge di Bilancio. Ne scrivo qui. Come Pd stiamo incontrando parti sociali e associazioni e predisporremo emendamenti. Se hai proposte e suggerimenti scrivimi!

Disturbi alimentari
In Italia più di 3000 persone all’anno muoiono di disturbi alimentari. Per questo con tutte le opposizioni abbiamo presentato una mozione (che portava anche la mia firma) per mettere in campo iniziative per la prevenzione e la cura dei disturbi della nutrizione e dell'Alimentazione. Parte della mozione è stata approvata ma resta incomprensibile che sia stato bocciato dalla maggioranza la richiesta al governo di dare piena attuazione alla legge 234 del 2021, individuando ed aggiornando le prestazioni sanitarie e sociosanitarie inerenti ai disturbi della nutrizione e della alimentazione e dedicando un budget proprio. Anche per questo come
Pd ieri abbiamo sostenuto la manifestazione del movimento Fiocco Lilla e torneremo alla carica con emendamenti alla legge di bilancio. Qui il testo della Mozione.

Pillola anticoncezionale
Il Consiglio di amministrazione dell'Agenzia italiana del farmaco (Aifa) ha deciso che la contraccezione ormonale femminile potrà essere gratuita solamente al di sotto dei 26 anni di età e potrà essere data solo nei consultori o comunque in strutture pubbliche, riducendo così al minimo la platea delle persone potenzialmente beneficiarie. Insieme a tante e tanti parlamentari, ho presentato un’interrogazione per chiedere al ministro della Salute di consentire la gratuità della pillola anticoncezionale per tutte le donne e la distribuzione anche nelle farmacie.

Crisi demografica
Il governo ha siglato un accordo con le imprese in tema di natalità incentrando tutta la responsabilità familiare sulle madri, dimenticandosi del ruolo dei padri. Non ci sono poi indicazioni per colmare il ‘gender pay gap’. Se la destra vuole intervenire sulla natalità dovrebbe iniziare a modificare la manovra, a partire dall’incomprensibile aumento dell’Iva per i prodotti per l’infanzia e dall’ampliamento dei sostegni fiscali che per come sono stati scritti andranno solo al 6% delle madri (la misura è solo per chi ha un contratto a tempo indeterminato ed è madre di almeno un figlio minore di 10 anni). Senza dimenticare i ritardi sull’utilizzo dei fondi del Pnrr per gli asili nido.

IN LOMBARDIA

Diritto allo studio
Nel documento di bilancio previsionale Regione Lombardia taglia 12 milioni nel 2024 e altri sei milioni nel 2025 al diritto allo studio universitario. Una decisione che va contro ogni logica e contro cui faremo massima opposizione. Investire nella formazione oltre a generare maggiore uguaglianza nella società - come ha recentemente ricordato il Presidente Mattarella - significa anche creare maggiore sviluppo nei nostri territori.

Una Regione immobile
L’economia della Lombardia, decresce, con un PIL che cresce solo dell’1%, quando a luglio le stime erano del +1,5%.
Intanto, del cosiddetto PNRR lombardo da 4 miliardi di euro, approvato tre anni fa, è stato speso solo l’11% dei fondi, e la Lombardia ha quasi 10 miliardi in cassa, di cui l’87% destinati alla Sanità, che però non usa. Abbiamo una regione completamente immobile di fronte ai problemi della cittadinanza lombarda

La settimana in parlamento - 3 novembre 2023

Legge di bilancio
E’ arrivato in Parlamento il testo della manovra. La legge di bilancio purtroppo conferma i tagli al welfare e totalmente insufficiente sulla sanità. In questa settimana il Pd ha voluto iniziare una serie di audizioni con le realtà economiche e sociali, con gli studenti, il terzo settore, rappresentanti dei sindacati, con l’obiettivo di proporre portare la loro voce con emendamenti specifici alla legge di bilancio. Ci batteremo per destinare maggiori risorse alla sanità pubblica, per intervenire contro i tagli del governo di 400 milioni di euro al Fondo sulla disabilità e per sostenere persone e famiglie che fanno sempre più fatica. Ci opporremo al taglio delle agevolazioni per i prodotti per l’igiene femminile e per l’infanzia (e su questo mercoledì sono scesa in piazza con Tocca a noi). Qui il Link alla Relazione Illustrativa.


DL Sud
La Camera ha approvato il Decreto sulle politiche di coesione per le aree del mezzogiorno, con il voto contrario del Partito Democratico. Un provvedimento che dal
nostro punto di vista non affronta davvero i problemi del Sud. Con i nostri emendamenti abbiamo provato a migliorare il decreto. Lo abbiamo fatto ascoltando e sostenendo le proposte di Anci. Un risultato positivo c’è stato perché siamo riusciti ad approvare un emendamento a mia firma a tutela delle risorse destinate alle città metropolitane. Ho provato, invece inascoltata, a proporre con un Ordine del giorno l’estensione dello sportello unico digitale in tutta Italia, che è fondamentale per le imprese e per la sburocratizzazione e in linea con il PNRR. Qui il mio intervento.

Prestazione energetica edifici
Al Parlamento europeo proseguono le negoziazioni sulla revisione della Direttiva sulla prestazione energetica degli edifici (Case Green) per ridurre l’impatto ambientale delle nostre abitazioni. A questo link un approfondimento sullo stato della negoziazione, a cura di Patrizia Toia.

IN LOMBARDIA
Con la prima Assemblea regionale del Partito democratico della Lombardia di domenica abbiamo iniziato davvero una nuova pagina. Abbiamo eletto Emilio Del Bono Presidente dell’Assemblea, la direzione, il tesoriere e i garanti. Ho poi proposto due vice segretari, Gian Mario Fragomeli e Matteo Rossi.
E’stata un’occasione per discutere delle grandi sfide che ci attendono: sanità, trasporti, infrastrutture, crescita sostenibile, diritti delle donne, abitare, elezioni europee e amministrative. L’obiettivo è quello di cambiare davvero e in meglio la vita dei lombardi. Qui trovate il mio intervento

Incontro con la comunità ebraica e urgenza di una tregua umanitaria
Ieri con il segretario di Milano metropolitana Alessandro Capelli e una delegazione del Pd abbiamo incontrato la comunitá ebraica milanese per ribadire la nostra vicinanza dopo gli attacchi terroristici di Hamas e i rigurgiti antisemiti. Abbiamo voluto anche ribadire la necessità di una tregua e del rispetto del diritto umanitario. Serve fermare le morti di civili innocenti e riprendere i fili di una prospettiva di pace.

Manifestazione nazionale 11 novembre a Roma
Nei prossimi giorni, per chi ha prenotato, daremo tutti i dettagli, intanto qui alcuni dei motivi per esserci.

Save the date
Il 15 novembre alle 21, su zoom, (a breve form per iscriversi) faremo un incontro con la capogruppo alla Camera Chiara Braga e i nostri parlamentari lombardi per fare il
punto dopo un anno di opposizione.

La settimana in parlamento - 27 ottobre 2023

Violenza di genere
Abbiamo votato a favore del provvedimento per la lotta alla violenza contro le donne convinte che sia un tema che riguarda tutte e tutti a prescindere dal colore politico, contribuendo alla scrittura del testo presentando i nostri emendamenti, nonostante la visione della destra punti soprattutto all'inasprimento delle pene e delle misure cautelari, e poco alla prevenzione per noi altrettanto fondamentale.
Noi continueremo a lavorare affinché sia introdotta l’educazione all’affettività, alla sessualità e al consenso in tutte le scuole. E’ stato respinto un Ordine del giorno a mia firma che impegnava il Governo a stanziare più risorse per garantire a tutte le donne l'accesso alle case rifugio e ai centri antiviolenza, anche a quelle che fino a oggi ne sono state escluse. Continueremo a incalzare il Governo perchè nessuna venga lasciata sola. Qui il mio intervento

Legge di bilancio
Ancora non disponiamo del testo, ma le indiscrezioni non sono affatto positive: una legge di bilancio senza investimenti per la crescita, che discrimina le donne (i sostegni sono solo a chi ha due figli e un contratto a tempo indeterminato), che alza l’Iva in un momento così duro per le famiglie ai prodotti per l'infanzia e reintroduce la tampon tax.
Dalle bozze circola anche l’azzeraramento del Fondo previsto dalla legge delega per la disabilità, con un taglio di 350 milioni. Per questo con altri deputati abbiamo chiesto in aula alla Ministra Locatelli se non ritenga opportuno intervenire affinché siano immediatamente ripristinate le risorse previste dal Fondo.

Equilibrio di genere nel Comitato per l’IA
Insieme a tanti parlamentari dell’Intergruppo Donne, abbiamo presentato una interrogazione a mia prima firma che chiede alla Presidente Meloni come mai nella scelta degli esperti del Comitato per l’Intelligenza Artificiale non sia stato rispettato il principio dell’equilibrio di genere: su 15 soltanto 3 donne. Il settore dell’IA presenta già ora delle disparità evidenti nell’ambito della parità di genere e il pericolo è che in futuro algoritmi e sistemi di intelligenza artificiale possano diffondere e rafforzare stereotipi di genere.

Rapporto Asvis
E’ stato presentato l’Ottavo rapporto ASviS ‘L’Italia e gli obiettivi dello Sviluppo Sostenibile’, che dipinge un quadro scoraggiante e in alcuni casi persino peggiorativo della situazione italiana in vista degli impegni dell’Agenda 2030. Ne parlo in questo post su linkedin https://www.linkedin.com/feed/update/urn:li:activity:7122614988749352961/

LOMBARDIA

Paralimpiadi
Con tutti i parlamentari di Camera e Senato del Pd eletti in Lombardia e insieme a Mauro Berruto abbiamo presentato un’interrogazione dove chiediamo di garantire il pieno svolgimento delle Paralimpiadi di Milano-Cortina 2026 e la realizzazione nei tempi dei progetti infrastrutturali per lo svolgimento delle gare. Le notizie su Milano-Cortina non possono che preoccupare, alla luce dei ritardi oggettivi nella realizzazione delle opere e delle infrastrutture connesse alle gare olimpiche e della contesa tra le Regioni Veneto e Lombardia, con il relativo scontro tra governatori sullo svolgimento delle gare.

Varese raduno nazista
Con la segretaria provinciale Alice Bernardoni sono intervenuta per chiedere di vietare a Varese la serata celebrativa del nazismo dell’11 novembre promossa dagli estremisti di destra. Va impedito lo svolgimento del raduno per prevenire ogni forma di apologia del fascismo e del nazismo. Sarebbe un intollerabile oltraggio per tutta la Lombardia. La libertà di espressione e di manifestazione finisce di fronte alla violazione delle norme scritte nella Costituzione e al tradimento dello spirito della nostra Carta.

Questa settimana come Pd Lombardia abbiamo preso posizione anche sul consumo di suolo, sulla sanità e sulle preoccupanti infiltrazioni mafiose. Puoi seguire sui social la nostra attività: instagram e facebook

WhatsApp
Il PD ha aperto un canale WhatsApp. Puoi entrare a farne parte qui.

Assemblea regionale
Questa domenica faremo la prima assemblea del Pd Lombardo. Inizia un nuovo percorso che sono certa faremo insieme!

La settimana in parlamento - 20 ottobre 2023

Salario minimo
Dopo un anno di discussione e 59 audizioni, la destra mercoledì in Aula ha scelto di rimandare nuovamente il testo sul salario minimo in commissione. È evidente la volontà di non dare risposte a oltre tre milioni di lavoratrici e lavoratori poveri.

Manovra
28 miliardi di misure spot e lontano dalle esigenze reali dei cittadini. Sulla sanità le risorse sono insufficienti e Meloni ha mentito al Paese dicendo che ci sono 3 miliardi in più, perché la spesa sanitaria va proporzionata all'aumento dei prezzi. La spesa sanitaria in rapporto al Pil avrà infatti un taglio del 4,1%, 5,6 miliardi in meno per la nostra sanità pubblica.
L’altra misura spot del governo è sul taglio del cuneo fiscale e sull’Irpef: provvedimenti a tempo solo per il 2024. La manovra manca di visione: niente sulle politiche abitative e sul contrasto alla povertà, niente pensioni minime a 1000 euro sul taglio del costo delle accise sui carburanti. Sulle misure per la famiglia ho scritto qui

TPL e Bonus Trasporti
La maggioranza ha respinto in commissione Trasporti tutti gli emendamenti del Partito democratico per il bonus trasporti e per il rafforzamento del trasporto pubblico locale, lasciando - ancora una volta - soli e senza risorse i comuni. Sul trasporto pubblico locale stiamo portando avanti una nostra proposta e sono in corso le audizioni.

Previsioni economiche
Ieri Il Sole 24 Ore ha riportato le previsioni per il 2024 che i diversi Stati hanno inviato a Bruxelles e l’Italia risulta avere la crescita più bassa e la spesa per interessi di gran lunga maggiore di tutta l’area euro. Il nostro PIL con certezza sarà il peggiore dell’eurozona il prossimo anno. E mentre la legge di bilancio non affronta minimamente il problema della crescita, si taglia sul Pnrr, unico volano per la crescita. Ne parlo in questo post su Linkedin.

LOMBARDIA

Milano-Cortina
Mentre la Regione continua ad accumulare inaccettabili ritardi sulla realizzazione delle infrastrutture per le Olimpiadi di Milano-Cortina, il Veneto di Zaia prova a inserirsi tra le difficoltà di una Giunta incapace e prova a sottrarre alla Lombardia le gare di sci. Per la nostra Regione perdere gare già assegnate sarebbe una sciagura, per questo abbiamo chiesto immediate risposte all’Assessora Terzi e al Presidente Fontana. Sulla realizzazione delle infrastrutture e sul rispetto dei tempi stabiliti, sosteniamo con convinzione l’iniziativa del Partito Democratico in Consiglio Regionale e del consigliere Fragomeli che ha presentato un'interrogazione per capire lo stato di attuazione delle opere previste. Siamo al loro fianco in questa battaglia.

Pedemontana
Sono intervenuta ancora sul tema della nuova tratta D breve della Pedemontana sollevando il tema della funzionalità complessiva dell’opera visto che il nuovo progetto muterebbe in termini sostanziali gli obiettivi strategici, risultando a tutti gli effetti un nuovo intervento con un fine alternativo.
Il Partito Democratico è al fianco dei comuni interessati, che a più riprese hanno chiesto a Regione Lombardia ed ora anche al Ministero dei Trasporti un nuovo approfondimento della questione. Vogliamo esaminare le alternative progettuali che possano eliminare del tutto la tratta D e che potrebbero risultare più economiche e più sostenibili dal punto di vista ambientale. Per questo come PD riteniamo sia necessaria una sospensione immediata delle procedure in corso.

INIZIATIVE SUL TERRITORIO

Sanità
Domani saremo in pazza al fianco del Comitato promotore del Referendum per difendere la sanità pubblica, universale e gratuita. Mentre la destra silenzia la possibilità di esprimersi ai cittadini lombardi con i quesiti referendari, il Partito Democratico chiede alla Regione di intervenire con forza sulle liste d’attesa, contro lo smantellamento dei presidi territoriali, per migliori condizioni di lavoro per gli operatori sanitari e per fermare il ricorso ai medici a gettone. Vi aspetto sotto il Palazzo della Regione in Piazza città di Regione Lombardia alle 11.00 con le bandiere del Partito Democratico!

Israele Palestina
Come Pd Lombardia abbiamo organizzato un momento di approfondimento martedi 24 alle 21 su zoom con la capogruppo Braga, il responsabile esteri Provenzano, Lele Fiano e i due parlamentari in commissione esteri Quartapelle e Alfieri. Puoi prenotarti compilando questo form , riceverai martedi il link

Contatti

Partito Democratico Camera dei Deputati

Ufficio Roma

Piazza di Monte Citorio, 1
00186 Roma

Scrivimi

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.