MI PRESENTO

Segretaria
Metropolitana

Primo piano

News

Fortunato Zinni, un moderno eroe civile

FUTURA, IL BLOG DELLA SEGRETARIA METROPOLITANA

Fortunato Zinni è uno dei sopravvissuti alla strage neofascista di piazza Fontana. Se oggi può raccontare quel 12 dicembre di 50 anni fa è solo perché un minuto prima dell'esplosione fu chiamato da un collega al piano ammezzato, così da allontanarsi dal grande salone dal tetto a cupola e non venire colpito dalle schegge della bomba che uccise 17 persone e ne ferì altre 88. 

Salvo per un soffio, il destino ha voluto che fortunato non lo fosse solo di nome ma anche di fatto.  

Uscì dalla Banca centrale dell'Agricoltura con un timpano perforato, ma furono le ferite impresse nella mente e negli occhi a fargli più male. Le immagini dei corpi che lui stesso, come impiegato dell'istituto bancario, riconobbe dopo l'attentato.

Violenza sulle donne: Al via la campagna “facciamo luce”

COMUNICATO STAMPA

Parte oggi, venerdì 22 novembre, la campagna di sensibilizzazione promossa dal PD Milano Metropolitana "Facciamo luce"  in vista della giornata internazionale per l’eliminazione della violenza di genere il prossimo 25 novembre

L'invito è ad accendere una candela rossa per testimoniare simbolicamente l'impegno a fare luce sui tanti abusi, fisici come psichici, che si consumano troppo spesso nel buio e nel silenzio.

Accendere una luce nell'oscurità vuol dire vedere, essere consapevoli di questo terribile fenomeno e agire per contrastarlo. Per fermare la violenza occorre prima di tutto riconoscerla e parlarne. 

Segre, bocciata cittadinanza onoraria: "Basta ambiguità, destra sia responsabile"

COMUNICATO STAMPA

"Il film continua a ripetersi, ma noi continueremo a opporci. Ieri sera, nel Consiglio comunale di Sesto San Giovanni, la maggioranza di centrodestra e Lega ha nuovamente voltato le spalle a Liliana Segre, bocciando la mozione per concederle la cittadinanza onoraria. Sul fascismo e l'antisemitismo non si può stare nel mezzo, non si può un giorno manifestare solidarietà ad una donna sopravvissuta ad Auschwitz e l'indomani ritirargliela.

Si può stare solo da una parte, quella giusta. La storia ci ha insegnato che a volte l'indifferenza è stata più colpevole della violenza stessa, ecco perché certa politica che flirta con l'ambiguità rischia di collocarsi dalla parte sbagliata. La destra si assuma la responsabilità di queste azioni"

Instagram

Silvia Roggiani (silvia.roggiani)
Silvia Roggiani (silvia.roggiani)
Silvia Roggiani (silvia.roggiani)
Silvia Roggiani (silvia.roggiani)
Silvia Roggiani (silvia.roggiani)
Silvia Roggiani (silvia.roggiani)
facebook_page_plugin
Contatti

Silvia Roggiani

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

© 2018 SILVIA ROGGIANI

Ufficio


Via Roberto Lepetit, 4
20124 Milano

Social