News della settimana

Accade in parlamento

La settimana in parlamento - 13 ottobre 2023

Audizioni sulla Nadef
In vista dell’arrivo in Parlamento della Nota di aggiornamento al Def, nelle giornate di lunedì e martedì abbiamo udito in Commissione bilancio Bankitalia, Corte dei Conti, Cnel e Ufficio parlamentare di bilancio. Dalle audizioni emerge un clima di preoccupazione riguardo alle prospettive di crescita del Paese e ai conti “non solidi”. L'ufficio Parlamentare di Bilancio ha confermato i forti ritardi del Pnrr sull'attivazione degli investimenti e sul cronoprogramma, leva princiale per la nostra crescita.
Il Pd non poteva che votare contro la Nota di aggiornamento al DEF: quella che viene prospettata è una legge di bilancio preoccupante, che oltre a essere finanziata in gran parte in deficit, è incapace di indicare una prospettiva di crescita per il Paese e prevede tagli preoccupanti alla spesa pubblica, in particolare al settore sanitario e alle politiche sociali. Abbiamo chiesto, come hanno fatto anche le regioni, di mettere almeno 4 miliardi in più sulla sanità e continueremo a chiedere maggiori risorse per rinnovare i contratti di medici e personale sanitario, per ridurre le liste d'attesa, rafforzare la sanità territoriale, investire sulla non autosufficienza.

Settimana delle STEM
E’ stata istituita la Settimana nazionale delle discipline scientifiche, tecnologiche, ingegneristiche e matematiche (STEM), dal 4 all’11 febbraio di ogni anno. Come gruppo del Partito Democratico, abbiamo votato a favore del provvedimento perchè pensiamo sia una leva importantissima di sviluppo. Lo abbiamo fatto chiedendo più risorse per colmare il gap di genere. Le donne infatti, pur rappresentando circa il 60% dei laureati e pur dimostrando migliori performance pre-universitarie e universitarie, difficilmente ricoprono ruoli apicali nei settori della tecnologia e della scienza. E ancora troppo poche sono le ragazze che all’università si iscrivono ai corsi STEM. Per intervenire occorrono risorse e un cambio di passo culturale, che deve iniziare dalla scuola e dalla famiglia.

Claudia Goldin
Tra le buone notizie della settimana quella su Claudia Goldin, vincitrice del premio Nobel per l’Economia, premiata per i suoi studi sul gender pay gap e sulla partecipazione delle donne al mercato del lavoro e all'economia. Qui una piccola riflessione su Linkedin.

PARLAMENTO E LOMBARDIA

Pedemontana
Al termine della Conferenza dei servizi sulla Tratta 'D - Breve' dell'Autostrada Pedemontana, martedì alla Sala Stampa di Montecitorio abbiamo promosso una conferenza stampa per dare voce ai sindaci coinvolti nel progetto, a cui per troppo tempo è stato sempre negato il confronto sull’opera. Oltre ai primi cittadini dei comuni di Agrate Brianza, Bellusco, Bernareggio, Burago di Molgora, Carnate, Cambiago, Caponago, Cavenago Brianza, Ornago, Sulbiate e Vimercate, erano presenti la nostra Capogruppo Chiara Braga e molti colleghi lombardi. Abbiamo ribadito il nostro pieno sostegno agli amministratori locali su questa battaglia e faremo di tutto affinché il governo possa accogliere le loro richieste per uno sviluppo sostenibile e meno impattante sulle comunità locali.

I TERRIBILI ATTENTATI DI HAMAS E LE PROSPETTIVE DI PACE

Dopo il terribile attentato abbiamo espresso immediatamente la più ferma condanna per l’attacco terroristico di Hamas e la totale solidarietà e cordoglio verso Israele, ribadendo la posizione tenuta anche dall’Europa per una prospettiva di pace che non possiamo abbandonare, con la soluzione due popoli due stati. Qui, a pagina 12, trovi la risoluzione che abbiamo presentato in Parlamento.
Qui la mia posizione espressa con il segretario di Milano, Alessandro Capelli.

La settimana in parlamento - 6 ottobre 2023

Decreto Asset
La Camera ha approvato il decreto Asset, l’ennesimo provvedimento omnibus, dalle licenze dei taxi (proposta che non porterà a nessun passo avanti per come è scritta) agli interventi contro il granchio blu. Il Partito democratico ha presentato importanti proposte, tra cui la risoluzione del tema dei crediti incagliati che stanno bloccando opere in tutto il territorio, la modifica delle norme vigenti sulla ricostruzione post-alluvione per sbloccare le poche risorse stanziate dal Governo, il superbonus, con la proposta di proroga al 31 dicembre 2024 per i lavori nei condomini. Abbiamo proposto misure per il contrasto al carovita, in materia di trasporto pubblico, per il costo dei carburanti, sulle mense e sui libri scolastici. Anche le proposte che sembrano semplicemente di buon senso si scontrano con il muro del centro destra.

Al fianco degli studenti di Torino
Insieme ad altri colleghi, a partire da Chiara Braga e Chiara Gribaudo, ho firmato un’interrogazione per chiedere conto al Ministro Piantedosi degli scontri tra manifestanti, quasi esclusivamente studenti, e Forze dell’ordine a Torino, in occasione della presenza della Presidente del Consiglio dei Ministri al festival delle Regioni e delle Province autonome. Un uso indegno della forza totalmente sproporzionato al contesto. Il Partito Democratico è a fianco degli studenti che manifestavano liberamente il loro dissenso.

Sanità
Nelle stime della Nadef (qui la trovate completa) il governo conferma le intenzioni di voler tagliare risorse sulla sanità passando dal 7,4 del Pil del 2020 al 6,2% nel 2025. In una situazione come quella italiana, dove mancano infermieri e medici e dove l’attività di prevenzione e al di sotto dei valori pre Covid, tagliare sulla sanità è una scelta devastante. Noi continueremo a batterci per avere una spesa sanitaria che si attesti al 7,5% del PIL.

Fondi PNRR ai Comuni
Non solo il governo continua a lasciare soli gli enti locali ad affrontare i problemi, non versa un euro ai territori colpiti dalle calamità naturali, cancella dal Pnrr i progetti per i comuni e per la rigenerazione urbana, riduce il numero di case e ospedali di comunità: il Ministro Fitto è riuscito ad affermare che i sindaci dovrebbero ringraziare il governo. Ho chiesto quindi al ministro Fitto di portare rispetto per gli amministratori locali, perché dire che i progetti per i comuni che il governo ha tagliato dal Pnrr saranno finanziati dal Fondo di Coesione significa prenderli in giro, visto che quei fondi sono vincolati per l’80 a interventi al Sud.

Psicologo di base
Una buona notizia arriva dalla commissione Affari sociali che ha iniziato ad esaminare la proposta di legge Pd sull’istituzione dello psicologo di base. Una legge importante soprattutto per le persone più fragili, le famiglie e i giovani in difficoltà. Lo psicologo di base è una figura professionale fondamentale di supporto alle famiglie, soprattutto dopo periodi così difficili come la pandemia e la post pandemia.

DIREZIONE NAZIONALE
Qui trovi la relazione di Elly Schlein  che ha lanciato per l’11 novembre una manifestazione nazionale a Roma. Seguiranno indicazioni pratiche.

LA SETTIMANA IN LOMBARDIA
Ho voluto iniziare, il giorno dopo l’elezione a segretaria regionale, incontrando lunedì il gruppo Pd in Lombardia.
Sarà importante fare un lavoro sempre più sinergico per portare fuori le tante battaglie che conduciamo in Regione.

Segnalo il 13 e 14 ottobre il convegno sul futuro dell’abitare organizzato proprio dalnostro gruppo 

Cup unico: un altro rinvio
A seguito dell’audizione con l’assessore alla sanità Bertolaso è emerso con chiarezza che il Cup unico non sarà pronto prima di altri della fine del 2026 senza alcuna certezza nell’adesione dei privati. Manca la volontà politica, è ora che Fontana dica la veritá ai lombardi.

Pedemontana: sindaci presi in giro
Sono mesi che i sindaci chiedono un confronto sulla tratta D, un’opera che non serve e su cui hanno più volte proposto un’aternativa. Siamo al loro fianco. 

APPUNTAMENTI MILANESI
Sabato 7 ottobre alle 10.30 sarò all’Ortica (via Ortica 1, Milano) inaugurazione de ‘Il Murale dei Diritti’ realizzato dal collettivo artistico Orticanoodles.

Lunedì 9 alle 19:30 a Milano in via Laghetto 2 dialogo con don Dante Carraro del Cuamm e Alberto Ronchi, medico chirurgo in missione a Rumbek in Sud Sudan.

La settimana in parlamento - 29 settembre 2023

Giorgio Napolitano
Le esequie laiche di Giorgio Napolitano, nell’Aula della Camera hanno toccato molti di noi. Tra i tanti interventi in ricordo del Presidente mando quello quello di Anna Finocchiaro, che ha sottolineato il lungo impegno di Napolitano nelle istituzioni democratiche, a difesa della nostra Costituzione. Qui una parte del suo discorso.

Salario minimo
Abbiamo chiesto che il Presidente del Cnel Renato Brunetta venga a riferire in audizione alla Camera (come giusto essendo una proposta di legge nata in Parlamento) entro la data 17 ottobre, prima quindi che venga presentato il suo report al governo sul salario minimo come richiesto dalla Presidente Meloni e del nuovo approdo in Aula. Sulla difficile situazione economica e anche sull’introduzione di questa norma ho scritto questo piccolo contributo su linkedin.

Decreto Giustizia
La Camera ha approvato con il voto contrario del Partito Democratico il decreto Giustizia del Governo. Sulle intercettazioni creano un problema per tutti i processi in corso in cui le intercettazioni già disposte non saranno più utilizzabili, depotenziando l'azione di contrasto ai reati. Sul Covid la destra ha deciso di abolire tutti gli obblighi di isolamento e auto-sorveglianza proprio adesso che i contagi iniziano a salire. E hanno introdotto lo spoil system anche al Ministero della Cultura (a proposito del tanto sbandierato merito).

CONGRESSI IN LOMBARDIA

Domenica 1ottobre* si voterà per rinnovare la guida di circoli Federazioni e Pd regionale in tutta la nostra regione.

Qui quello che penso sul congresso di Milano metropolitana e perchè sostengo convintamente Alessandro Capelli. 

Qui sulla sfida regionale.

La settimana in parlamento - 22 settembre 2023

Sicurezza sul lavoro
Mercoledì in Aula sono state discusse le mozioni in tema di sicurezza sui luoghi di lavoro. Il gruppo del Partito democratico non ha votato la mozione della maggioranza, totalmente insufficiente, mentre abbiamo condiviso con le opposizioni la necessità di chiedere al Governo un intervento urgente per contrastare questa strage senza fine. Abbiamo chiesto di potenziare le attività di controllo aumentando gli organici e un sistema premiale per le aziende che investono nella sicurezza nei luoghi di lavoro. Abbiamo sottolineato la necessità di modificare subito il codice degli appalti e di eliminare nei settori più sensibili il ricorso ai subappalti a cascata. Purtroppo spiace constatare che mentre in Italia si continua a morire di lavoro, il Governo Meloni taglia le ore di formazione per la salute e la sicurezza dei lavoratori. Qui il testo della nostra mozione

5 proposte sul carovita
E’ sotto gli occhi di tutti quanto l’inflazione e il caro vita stia mordendo famiglie e persone. Questa settimana la Segretaria nazionale ha annunciato le proposte dal Partito Democratico. Per affrontare l'incremento del costo della benzina, proponiamo di ridistribuire il surplus di entrate fiscali derivanti dalla vendita di carburanti, destinando immediatamente un contributo di 200 euro alle fasce più vulnerabili e stanziando 1 miliardo di euro per migliorare il trasporto pubblico locale. Per contrastare l'aumento dei canoni di locazione, suggeriamo di sospendere l'indicizzazione degli affitti fino alla fine del 2024. Riguardo alle spese energetiche, proponiamo di rinnovare il finanziamento del bonus sociale per luce e gas e di estendere il regime di tariffa protetta fino alla fine del 2024. Inoltre, intendiamo migliorare l'accesso al trasporto pubblico, intervenire sul costo elevato dei libri di testo e sui servizi di mensa scolastica per gli studenti. Qui trovate le proposte.

PNRR
Questa settimana, le commissioni Bilancio si sono riunite per una serie di audizioni riguardanti lo stato del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza e ovviamente tra i punti toccati c’è stato quello del definanziamento del Governo di opere per 15,9 miliardi di euro. L’audizione della Svimez ha smentito in modo chiaro tutte le rassicurazioni del Governo e le parole del Ministro Fitto, secondo cui tutti gli interventi esclusi sarebbero stati rifinanziati tramite l’uso dei fondi di coesione. Svimez ha sottolineato che il Fondo Nazionale per lo Sviluppo e la Coesione non può essere utilizzato per finanziare progetti esclusi dal PNRR perchè per questo fondo esistono disposizioni normative per cui l'80% delle risorse deve essere destinato alle regioni del Mezzogiorno. Ne parlo in questo post.

IN LOMBARDIA

Trenord
Regione Lombardia taglia i fondi per l’acquisto di otto treni Caravaggio per Trenord che avrebbero dovuto potenziare l’offerta per i pendolari. Mentre il costo del trasporto pubblico in Lombardia continua a crescere, il servizio non mostra alcun miglioramento rimanendo in uno stato precario che mette a dura prova intere province. Scarse frequenze, cancellazioni, ritardi e disagi caratterizzano un servizio che, purtroppo, rimane in una situazione critica. È necessario un aumento degli investimenti e adottare una visione che ponga il trasporto pubblico al centro delle priorità. Anche perché parliamo di un territorio tra i più inquinati d'Italia.

Ambiente
La Lombardia è una delle regioni europee più colpite dall'inquinamento ambientale, ma il governo guidato da Fontana e la destra continuano a ostacolare il progresso verso uno sviluppo sostenibile. Qui le emissioni di sostanze inquinanti nell'aria possono essere fino a cinque volte superiori rispetto alla media europea. Esistono politiche alternative a quelle di Fontana che hanno dimostrato di funzionare. Ad esempio, l'Emilia Romagna ha reso gratuiti gli abbonamenti per il trasporto pubblico per gli studenti. Invece di replicare iniziative simili, la Lombardia sceglie di inveire contro l’Europa, stigmatizzando la direttiva come "ideologica e irrazionale". E’ ora che la nostra regione si confronti con le grandi regioni europee in termini di standard di vita e servizi di qualità, adottando una visione più lungimirante e abbracciare il cambiamento verso uno sviluppo sostenibile.

Congressi
Il 1 ottobre iscritte e iscritti al Pd Lombardo votano per rinnovare la guida di circoli, federazioni e Pd Regionale.
Sto continuando a girare i territori, resto a disposizione per continuare il confronto su tutte le scadenze che abbiamo davanti!

La settimana in parlamento - 15 settembre 2023

Decreto tutela lavoratori emergenza climatica
Alla Camera è stato approvato il Decreto legge per la tutela dei lavoratori rispetto all’emergenza climatica, nato per contrastare la piaga dei morti e degli infortuni sul lavoro causati dal caldo estremo. Avevamo chiesto un confronto vero e un ampliamento dei diritti, con molti emendamenti che non sono stati peró accettati e abbiamo dunque votato contro.
La maggioranza ha scelto ad esempio di non tutelare quel 90% di lavoratrici e lavoratori del comparto agricolo che non hanno un contratto a tempo indeterminato, così come i lavoratori del mondo delle piattaforme. Continueremo a chiedere di affrontare il tema in modo strutturale, introducendo un sistema di norme e di tutele che scatti automaticamente all'aumentare delle temperature.

Assestamento di bilancio
Mercoledì è stato dato il via libero definitivo dall'Aula della Camera ai ddl di Rendiconto e Assestamento del bilancio dello Stato. Come gruppo del Partito Democratico in Aula ci siamo opposti con determinazione al testo sull’assestamento della maggioranza, ricordando alla destra innanzitutto il dato sulla riduzione delle entrate Iva di 2 miliardi. Con questo Governo l’evasione fiscale è in aumento e non possiamo accettare la scelta di operare tagli per 3,7 miliardi sui trasferimenti alle amministrazioni pubbliche, quindi sui servizi ai cittadini, sul sostegno al reddito e sulla rivalutazione delle pensioni. Senza dimenticare la scelta che hanno fatto e che non condividiamo di azzerare molti ifondi utili al rilancio del Paese, dal fondo per il trasferimento tecnologico al fondo per la ricerca e lo sviluppo industriale biomedico, dai contributi agli investimenti alle imprese al fondo per la salvaguardia dei livelli occupazionali.

Sicurezza sul lavoro
Ieri in Aula c’è stata l’informativa urgente del Governo sul tragico incidente di Brandizzo. Dopo aver espresso nuovamente la massima vicinanza alle famiglie, come Partito democratico abbiamo chiesto al governo con forza che il contrasto alle morti nei contesti lavorativi diventi una priorità del Paese, e che oltre ai controlli doverosi da svolgere e rafforzare siano messe in campo anche politiche per rafforzare la cultura della sicurezza in tutti i luoghi di lavoro. Si può fare mediante il potenziamento dei protocolli e attraverso nuove misure di sicurezza per tutelare la salute e l’incolumità dei lavoratori.

LA SETTIMANA IN LOMBARDIA
La scelta del Presidente Fontana di non permettere ai cittadini di esprimersi attraverso uno strumento di democrazia come il referendum, rappresenta un vulnus democratico per le nostre istituzioni. Il diritto a curarsi in tempi certi con la sanità pubblica in Lombardia è negato per questo avremmo voluto dar voce a cittadine e cittadini. Non ci fermiamo, abbiamo lanciato una campagna di mailbombing a Fontana e, insieme al comitato promotore, torneremo nelle piazze a ottobre. Continueremo poi, insieme al Pd nazionale, a portare avanti la sua battaglia per una sanità territoriale più vicina ai cittadini, finanziata adeguatamente, diffusa capillarmente e più efficiente nei servizi.

Contatti

Partito Democratico Camera dei Deputati

Ufficio Roma

Piazza di Monte Citorio, 1
00186 Roma

Scrivimi

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.