Segretaria metropolitana
Partito Democratico di Milano

E se parlassimo di politica?

Del "caso Bibbiano" si parla ovunque. Chiunque, in questi giorni, si è sentito quasi in dovere di farci sapere la sua sull'inchiesta "Angeli e demoni", le cui vittime sono bambini che sarebbero stati manipolati e sottratti alle loro famiglie per darli in affido. Una storia terribile, sulla quale qualcuno ha deciso di avventarsi per aumentare il proprio consenso elettorale e distrarre da quelli che sono i veri temi politici. Spregevole, davvero.

Lega e cinque Stelle non vedevano l'ora di poter dare in pasto ai loro "leoni da tastiera" una vicenda drammatica e delicatissima, utilizzando pretestuosamente il fatto che il sindaco di Bibbiano, Andrea Carletti indagato nella vicenda (ma per abuso d'ufficio e non per coinvolgimento nel traffico di minori), sia del Partito Democratico. 

Questa mattina, addirittura, sulla facciata del Palazzo della Regione Piemonte è apparso uno striscione di fianco a quello "Verità per Giulio Regeni" con la scritta "Verità per Bibbiano", dopo quelli "Parlateci Di Bibbiano" con la P e la D con i colori del Pd comparsi in molte città. Senza contare che il vicepremier Di Maio, in un'intervista al Corriere della Sera, apostrofava il Partito Democratico come "il partito di Bibbiano" (beccandosi la nostra querela). 

Se noi apllicassimo la loro logica criminale, allora dovremmo dire che a) l'associazione "Hansel e Gretel onlus" (coinvolta nella vicenda) - insieme ad altre 11 associazioni - è stata destinataria di una donazione da parte dei consiglieri regionali del Movimento Cinque Stelle e b) che l'avvocato che ha assunto la difesa di una delle ingagate è un esponente di punta dei grillini. 

La ciliegina sulla torta è Alessandro di Battista: ha comunicato di avere pronto un libro sull'inchiesta degli affidi illeciti a Bibbiano che uscirà per la casa editrice Fazi, di cui lui è consulente. 

Non si può ignorare che ci troviamo di fronte a quello che non ho nessuna esitazione a definire come una operazione di distrazione di massa, messa in piedi proprio nel momento in cui è esplosa una crisi di governo legata al caso "Moscopoli". Un affaire che meriterebbe di essere al centro del dibattito politico, visto che si parla di sicurezza nazionale e di presunti fondi illeciti al Partito del vicepremier e presidente del consiglio Matteo Salvini, il quale nonostante le richieste si rifiuta ancora di riferire in aula.

Google Trends ha registrato un aumento delle ricerche su “Bibbiano” a scapito di quelle su Savoini (il braccio destro di Salvini e principale contatto nei legami tra Lega e Russia). La macchina della distrazione, insomma, ha funzionato alla grande.  

Noi ci auguriamo che sulla vicenda di Bibbiano si faccia presto luce e che i colpevoli siano assicurati alla giustizia. Ugualmente continueremo a denunciare l'osceno e squallido sciacallaggio sulla pelle dei bambini da parte dei due partiti di governo, Lega e Cinque Stelle. 

  • Visite: 25
1
0
1
s2smodern
facebook_page_plugin
Contatti

Silvia Roggiani

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

© 2018 SILVIA ROGGIANI

Ufficio


Via Roberto Lepetit, 4
20124 Milano

Social