Segretaria metropolitana
Partito Democratico di Milano

Coronavirus: "Da Regione Lombardia troppa confusione e ritardi"

MILANO -  "Il presidente di Regione Lombardia, nella lettera di risposta agli 81 sindaci, "giustifica" il ritardo nell'implementazione dei tamponi facendo riferimento alle direttive del Ministero della Salute del 22 febbraio, in cui prevaleva l'indicazione di fare tamponi solo ai sintomatici. Peccato però che la giunta regionale ignori (gravemente) la circolare ministeriale di una settimana fa (20 marzo) in cui si estendono i test agli asintomatici e si parla dell'importanza di risalire alla filiera di incontri.

Proprio quello che, come Partito Democratico, assieme a medici e amministratori locali, continuiamo a chiedere. Finalmente questa mattina il presidente Fontana ha annunciato di voler procedere in questa direzione, aumentando i tamponi, ma resta davvero grave la confusione e il ritardo con cui Regione Lombardia si sta muovendo di fronte ad una situazione drammatica, soprattutto quella delle RSA, dove il numero di contagiati continua a crescere in modo spaventoso, come quello dei morti". 

1
0
1
s2smodern
facebook_page_plugin
Contatti

Silvia Roggiani

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

© 2018 SILVIA ROGGIANI

Ufficio


Via Roberto Lepetit, 4
20124 Milano

Social